Menu

Zante

Cosa vedere a Zante

Il Museo Bizantino, il Museo Dionissos Solomos dove si trova una statua dedicata al famoso poeta locale, il mausoleo di Solomos e Kalvos, il leone alato di Venezia, i resti di una nave che ha preso parte alla battaglia navale di Naupactos, stemmi di famiglie nobili di Zacinto, cimeli e cose personali di Solomos, ritratti di eroi della Rivoluzione del 1821 ed altri documenti di quell'epoca, immagini, dipinti ad acquarello e arredamenti del periodo veneziano. 

Il Museo di "Catochis e Ethnicis Antistasis" si trova al piano terra della Biblioteca Pubblica della città. Conserva una raccolta di documenti, foto, articoli del periodo 1940-1945, documenti della Resistenza locale ed altro ancora. 

La Biblioteca Pubblica di Zante possiede 55.000 libri e una collezione di documenti. Nello stesso edificio la Pinacoteca di Zante ricostruita come prima del terremoto. 

La chiesa di San Dionysio il santo patrono dela città. Le chiese di Agios Nickolaos Molos, "Panagia degli Angeli" e "la Panagia Phaneromeni", costruite a metà del 17° secolo, sono le uniche ad essersi salvate dalla distruzione del 1953. 
Il castello veneziano, a circa 3 chilometri, si trova in un luogo meraviglioso. 

Il monastero di Agios Dionisios, costruito nel 1708 e rinnovato nel 1764. L'urna che tiene le reliquie del santo è conservato qui, dopo essere stato trasferito qui nel 1717 dal monastero di Strofades. All'interno dipinti ad olio realizzati dai pittori Coutouzis e Doxaras. 
Sulla collina di Strani, a 2 km, Dionisio Solomos ha composto i versi diventati l'inno nazionale greco. 


I Grotte azzurre si trovano al Capo di Skinari, all'estremità settentrionale di Zante. Il luogo si trova ad una distanza di 35 chilometri a nord-ovest della città di Zante. 

Le isole Strofadi, a 42 miglia nautiche, sulla più grande delle quali, il monastero fortificato di "Metamorphosis (13° secolo. 
Vi è una barca a vela che la collega a Zacinto per permette re il trasporto dei monaci e dei guardiani del faro. Da visitare anche la collina di Stopos, a 500 mt di altezza, su Capo Vrachos con ancora una chiesa bizantina. Qui la vista è davvero meravigliosa. 

A Bochali si trova la chiesa di Agios Giorgos detta anche "Philickon". Di fronte alla sua immagine fecero giuramento i membri di "Philicki Etairia" (un gruppo di rivoluzionari che agivano in segreto), tra i quali Colocotponi, Nickitaras e Photomaras. 
.
La spiaggia del naufragio è la spiaggia più fotografata in Grecia. Si trova a una distanza di circa 36,5 chilometri a nord-ovest della città di Zante

L'isola di Zante

Resta Connesso

Facebook

Newsletter